CARICAMENTO IN CORSO

Digitare per la ricerca

Tim Mohin: Adozione dell'ISSB in pieno svolgimento

Tim Mohin: Adozione dell'ISSB in pieno svolgimento

ISSB-TIM Mohin
Ascolta questa storia:

Quasi un anno dopo la pubblicazione dei primi due standard da parte dell’International Sustainability Standards Board (ISSB), questa settimana ha annunciato che più della metà dell’economia mondiale li ha adottati.

Gli standard ISSB sono stati creati per consolidare e semplificare gli standard di informativa sulla sostenibilità e, in effetti, hanno acquisito non pochi della cosiddetta “zuppa alfabetica” di altri standard ESG (SASB, IIRC, TCFD, CSSB – e se sai cosa spiegate tutte quelle abbreviazioni, stai leggendo la newsletter giusta 😆). Il loro mantra fin dall’inizio è stato quello di creare informazioni ESG coerenti, comparabili e utili alle decisioni.  

Poco dopo la pubblicazione degli standard ISSB, l’Organizzazione internazionale delle commissioni sui valori mobiliari (IOSCO) li ha approvati e ha chiesto ai suoi 130 paesi membri, che regolano oltre il 95% dei mercati finanziari mondiali, di adottarli. Un anno dopo, all’incontro annuale dell’IOSCO di quest’anno, gli standard setter dell’ISSB hanno annunciato che 20 giurisdizioni che rappresentano il 55% del PIL globale e più della metà delle emissioni globali hanno deciso di adottare gli standard o di utilizzarli come quadro per i propri standard. Cattedra IOSCO Jean-Paul Servais disse, "Sono incoraggiato dal fatto che nemmeno un anno dopo la nostra approvazione e il nostro invito all’azione, così tante giurisdizioni stanno cercando di adottare o di essere informate dallo standard ISSBs. "

La Cina è stata la giurisdizione più recente ad adottare una serie di standard allineati all’ISSB con il rilascio questa settimana di una bozza di esposizione degli standard cinesi di divulgazione della sostenibilità. Anche la International Financial Reporting Standards Foundation (IFRS – organizzazione madre dell’ISSB) ospita gli standard di informativa finanziaria utilizzati da circa 140 paesi, puntando a una maggiore integrazione dei fattori ESG nei rendiconti finanziari a lungo ricercati dagli investitori. In particolare, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti non ha adottato formalmente gli standard IFRS/ISSB ma li ha ampiamente modellati nella sua nuova regola sulla divulgazione del clima. 

Per accelerarne l'adozione in altre giurisdizioni, l'ISSB ha anche rilasciato un Guida giurisdizionale aiutare i paesi ad adottare in tutto o in parte i propri standard. Presidente dell'ISSB Emanuele Faber disse, "Dalle principali economie ai mercati emergenti, giurisdizioni di tutto il mondo come Brasile, Costa Rica, Giappone, Nigeria e Regno Unito stanno riconoscendo il valore degli standard ISSB. "

Interoperabilità dell'ISSB

Il presidente dell'ISSB Emmanuel Faber Alex Kraus/Getty Images

L’ISSB cerca da tempo di chiarire la “zuppa alfabetica” degli standard ESG. Laddove non ha acquisito e integrato altri standard, ha lavorato per raggiungere l’“interoperabilità” con essi. Solo nelle ultime settimane, l’ISSB ha fatto importanti annunci sull’interoperabilità sia con la Global Reporting Initiative (GRI) che con gli European Sustainability Reporting Standards (ESRS). 

È stata rilasciata la guida all'interoperabilità con gli standard europei all'inizio di questo mese e questa settimana, GRI e ISSB hanno annunciato linee guida per fornire un “reporting di sostenibilità senza soluzione di continuità.” Presidente degli amministratori della Fondazione IFRS Erkki Liikanen disse, "Insieme, possiamo ridurre la duplicazione, la frammentazione e la complessità nel panorama della divulgazione della sostenibilità. "

Mentre l’interoperabilità guadagna slancio, il mondo è ancora diviso sulla questione della materialità. Mentre l’Unione Europea e altre giurisdizioni hanno adottato una definizione più ampia (“doppia materialità”) che include questioni che hanno un impatto sulle persone e sul pianeta, gli standard ISSB includerebbero solo le questioni ESG che sono finanziariamente rilevanti per la società che redige il report.  

Per ricevere la newsletter completa su ESG e clima di Tim Mohin, iscriviti qui.

Argomenti

Articoli Correlati