CARICAMENTO IN CORSO

Digitare per la ricerca

L’Australia presenta una tabella di marcia per la finanza sostenibile con informative finanziarie obbligatorie legate al clima ed etichette per gli investimenti sostenibili

L’Australia presenta una tabella di marcia per la finanza sostenibile con informative finanziarie obbligatorie legate al clima ed etichette per gli investimenti sostenibili

Informativa finanziaria obbligatoria relativa al clima
Ascolta questa storia:

Sintesi:

Il governo australiano sta guidando importanti riforme finanziarie sostenibili per la transizione verso un’economia a zero emissioni nette. Queste iniziative includono l’informativa finanziaria obbligatoria legata al clima, lo sviluppo di una tassonomia della finanza sostenibile e le etichette dei prodotti di investimento. Il governo albanese mira a mobilitare capitali privati, modernizzare i mercati finanziari e garantire trasparenza e fiducia agli investitori e alle imprese.

Punti di impatto chiave:

  • Informativa obbligatoria sul clima: Legislazione all'esame del Parlamento sugli obblighi di informativa finanziaria legati al clima per le grandi imprese, a partire da gennaio 2025.
  • Tassonomia della finanza sostenibile: sviluppare un quadro per sostenere la mobilitazione del capitale privato verso attività sostenibili.
  • Etichette dei prodotti di investimento: Stabilire etichette coerenti per i prodotti di investimento commercializzati come sostenibili.

"Costruire un’economia a zero emissioni nette che offra prosperità e sicurezza è un’opportunità determinante per il nostro Paese e la nostra economia," ha dichiarato il tesoriere Jim Chalmers. “Vogliamo aiutare le aziende, gli investitori e la comunità più ampia a sfruttare al meglio la trasformazione energetica e zero emissioni nette."

Informativa finanziaria obbligatoria relativa al clima

Il governo sta spingendo per requisiti obbligatori di informativa finanziaria legata al clima per le grandi imprese e le istituzioni finanziarie. “Queste informazioni forniranno agli investitori maggiore trasparenza e informazioni più comparabili sulle esposizioni delle entità ai rischi e alle opportunità finanziarie legate al clima”, ha osservato Chalmers. Gli obblighi di rendicontazione inizieranno il 1° gennaio 2025, in attesa dell’approvazione legislativa.

L’Australian Accounting Standards Board (AASB) mira a finalizzare gli standard di divulgazione sul clima entro agosto 2024, mentre l’Australian Auditing and Assurance Board (AUASB) svilupperà standard di garanzia. L’ASIC guiderà la conformità del mercato e considererà l’impatto sugli obblighi di rendicontazione esistenti.

Sviluppo della tassonomia della finanza sostenibile

In collaborazione con l’Australian Sustainable Finance Institute (ASFI), il governo sta sviluppando una tassonomia della finanza sostenibile per mobilitare il capitale privato verso attività sostenibili. Questa tassonomia includerà criteri per sei settori prioritari e i principi del "non arrecare danni significativi". “La tassonomia fornirà un’importante fonte di orientamento e coerenza per aziende, investitori e regolatori.", ha detto Chalmers.

La tassonomia iniziale sarà disponibile per l’uso volontario entro la fine del 2024 e coprirà le attività verdi e di transizione in settori come l’energia, l’industria e l’agricoltura.

Regime di etichettatura dei prodotti di investimento Per affrontare la complessità del panorama della finanza sostenibile, il governo sta stabilendo etichette e requisiti di informativa coerenti per i prodotti di investimento sostenibili. Il Tesoro svilupperà questo nuovo regime, con una consultazione pubblica prevista per l’inizio del 2025. L’obiettivo di attuazione è il 2027.

Integrazione degli obiettivi legati alla natura

Il governo riconosce l’importanza dei rischi e delle opportunità finanziari legati alla natura. “Stiamo incoraggiando la divulgazione finanziaria legata alla natura e sviluppando strumenti per supportare l'adesione volontaria da parte delle imprese,” ha sottolineato Chalmers. Il Bilancio 2024-25 ha stanziato 4.1 milioni di dollari per questa iniziativa, mentre l’ASIC monitora gli sviluppi normativi.

Sostenere una pianificazione di transizione credibile

I piani di transizione sono cruciali per le entità che mirano a ridurre le emissioni e gestire i rischi climatici. Il nuovo regime australiano di divulgazione delle informazioni sul clima includerà i requisiti di divulgazione del piano di transizione a partire da gennaio 2025. Il Tesoro pubblicherà una guida sulle migliori pratiche per tali informative entro la fine del 2025.

Rafforzare la vigilanza e l’applicazione delle norme sul mercato

L'attenzione dell'ASIC sul greenwashing e sulla cattiva condotta legata alla finanza sostenibile mira a mantenere l'integrità del mercato. “Una supervisione e un’applicazione rafforzate sosterranno la trasparenza e ridurranno i danni del greenwashing,", ha affermato Chalmers. L’ASIC continuerà le azioni mirate di sorveglianza e di applicazione delle norme nel periodo 2024-25.

Articolo correlato: ERM acquisisce Energetics per rafforzare i servizi relativi al rischio climatico e alla transizione energetica in Australia

Lavorando a stretto contatto con le parti interessate, il governo albanese mira a costruire strutture di mercato che supportino un’economia sostenibile, prospera e inclusiva. “Siamo fiduciosi che queste riforme contribuiranno a creare un’economia sostenibile a vantaggio degli investitori, delle comunità e della nostra gente." ha concluso Chalmers.

Leggi il rapporto completo qui

Articoli Correlati