CARICAMENTO IN CORSO

Digitare per la ricerca

Vattenfall e Cemvision collaborano per sviluppare cemento a emissioni prossime allo zero con una riduzione di CO95 del 2%

Vattenfall e Cemvision collaborano per sviluppare cemento a emissioni prossime allo zero con una riduzione di CO95 del 2%

Vattenfall
Ascolta questa storia:

Vattenfall e Cemvision hanno stipulato un accordo (LOI) per lo sviluppo e la futura fornitura di cemento a emissioni prossime allo zero. Il nuovo cemento ha il potenziale di ridurre le emissioni di anidride carbonica del 95% rispetto al cemento tradizionale.

Il nuovo cemento ha diverse potenziali applicazioni, come fondazioni per turbine eoliche, distribuzione di energia ed elementi prefabbricati in calcestruzzo. Sia Vattenfall che i suoi subappaltatori potrebbero diventare nuovi importanti clienti per questo nuovo prodotto innovativo.

Cemvision sviluppa cemento ottenuto da materiali residui riciclati provenienti da industrie tra cui la produzione mineraria e siderurgica in un processo in cui i forni di Cemvision sono alimentati da energia priva di fossili. Rispetto alla tradizionale produzione di cemento, che emette grandi quantità di anidride carbonica a causa dell’uso di calcare vergine e combustibili fossili, Cemvision può ridurre l’impronta di carbonio fino al 95%.

"Siamo lieti di approfondire la nostra partnership con Vattenfall e di accoglierli nella nostra crescente base di clienti. Già oggi, con la nostra produzione dimostrativa, stiamo riducendo le emissioni di carbonio dell’80% e, ottimizzando i processi e la catena di fornitura, le ridurremo fino al 95% entro il 2030. Il cemento a emissioni prossime allo zero è il modo più efficiente per raggiungere risultati significativi in ​​termini climatici. benefici senza aumentare il costo complessivo di un progetto di costruzione. Non deve essere difficile cambiare, ma è importante iniziare in tempo e contribuire ad accelerare la transizione,", afferma Oscar Hållén, CEO di Cemvision.

"Vattenfall è molto ottimista nel partecipare allo sviluppo di un mercato per il cemento a emissioni prossime allo zero creando domanda come cliente. Possiamo anche contribuire con la verifica del prodotto presso il nostro laboratorio di calcestruzzo. L’impatto globale della produzione di cemento rende necessario trovare una via da seguire con le minori emissioni di carbonio possibili, il clima e il futuro dell’edilizia lo richiedono. Si tratta di una soluzione innovativa dalle grandi potenzialità,", afferma Annika Ramsköld, responsabile Sostenibilità di Vattenfall.

In qualità di membro e fondatore della First Movers Coalition, FMC, Vattenfall si è impegnata a garantire che almeno il 10% dei suoi acquisti di cemento o calcestruzzo saranno il più vicino possibile a zero emissioni entro il 2030. L'obiettivo generale della FMC è quello di intraprendere azioni a favore del clima entro il 2050. creare un mercato per le tecnologie emergenti cruciali per raggiungere emissioni prossime allo zero entro il XNUMX.

Articolo correlato: Holcim lancia lo stabilimento GO4ZERO in Belgio, con l'obiettivo di produrre 2 milioni di tonnellate di cemento a zero emissioni nette all'anno entro il 2029

I fatti:

  • L’industria del cemento rappresenta attualmente circa l’8% delle emissioni globali di anidride carbonica, mentre si prevede che la domanda di cemento aumenterà.
  • La produzione di cemento Portland, lo standard di cemento oggi dominante, contribuisce a emissioni di carbonio per un totale di 850 kg CO2e/tonnellata. Di queste, circa il 60% delle emissioni deriva dalla reazione chimica che avviene quando il calcare viene riscaldato, mentre il 40% deriva dall’uso di combustibili fossili per raggiungere le alte temperature necessarie.
  • FMC i membri si impegnano ad acquistare cemento a emissioni prossime allo zero o calcestruzzo che soddisfi, tra gli altri criteri, cemento con un’impronta di carbonio inferiore a 184 kg di CO2e/tonnellata. Il nuovo cemento di Cemvision Ri-mento si prevede che sarà di 45 kg CO2e/tonnellata.

Argomenti

Articoli Correlati